ishot-9 logo_tropi ishot-8
logo guud

Sua Eccellenza

Come la piacevole coreografia bianca e azzurra sugli spalti, si potrebbe commentare “Un’eccellente Accademia“. Ma si potrebbe chiamare in causa lo stesso Rino Gaetano, colonna sonora di tante gare interne dei nostri ragazzi, con “Il cielo è sempre più blu“: in un altro vecchio brano, “Nun te reggae più“, la mitragliata di luoghi comuni, nomi e banalità, scandisce, quasi come fosse un insulto, un implacabile “Onorevole eccellenza cavaliere senatore nobildonna eminenza monsignore“. Sequenza di onori un po’ pomposi, per i nostri grandi ma pur semplici giocatori. La stessa goffa ed ossequiosa riverenza, che il titolo richiama, si ritrova nel Pasquale Cafiero di De André, mentre si rivolge a “Don Raffaè“, implorando ogni genere d’aiuto e conforto. Anche un cappotto cammello, che col caldo di ieri, proprio non ci stava (nemmeno già avendo “le scarpe e ‘o gillè“).

Il titolo: non escluderei di trovare tracce più rilevanti, chiedendo l’aiuto di qualcuno più sensibile ed istruito, rispetto a quella parola, “eccellenza“, che fino a ieri avevamo sentito usare in ben pochi passaggi della nostra vita scolastica. Magari, quale testimonianza di una liturgia clericale o istituzionale, piuttosto impolverata su se stessa. Da ieri, da qualche giorno addietro, siamo i fortunati testimoni di che sia, invece, in un ambito sportivo come il nostro, tutto questo. Da “promozione”, parola che già fa sognare, ad “eccellenza”. Corsa, tecnica, fatica, carattere, affiatamento, impegno, adesione, partecipazione, sudore, lacrime, urla, rabbia, attesa, determinazione, pazienza, volontà…

Pensate a quante volte ci siamo trovati davanti ad un libro, giudicandolo da una copertina. La canzone degli ABC “The look of love” precisava “If you judge a book by the cover, if you judge the look by the lover“… Talvolta abbiamo espresso l’opinione su di un vino, accontentandoci dell’etichetta, lasciando che giudicasse per noi. La distanza che, a volte, portano le parole non è argomento da trascurare.

Ieri, domenica 13 aprile 2014, abbiamo vissuto una giornata di condivisa gioia, con decine e decine di bambini della nostra scuola calcio, protagonisti sul campo nel primo pomeriggio; con tanti genitori al seguito, un po’ sorpresi per tanta folla e tanto entusiasmo; con le donne e gli uomini in tuta, che sono parte attiva del nostro gruppo di dirigenti, prezioso sostegno del pomeriggio di ieri e di mille altre quotidiane ed abituali attività societarie.

Con l’intero gruppo condotto da Mario Zanotta, tutta l’Accademia Sandonatese è una piccola grande eccellenza. Da ieri, con un modello ulteriore ed una speranza in più per tutti i ragazzi del nostro settore giovanile. Per le persone che la compongono, per la gioia quotidiana che si esprime nelle nostre attività, per la voglia di crescere e di progredire, per il nostro desiderio di essere donne e uomini, e bambini, ed atleti, prima di essere “gente” o “popolo”. Una meravigliosa comunità sportiva con i colori del cielo.

 

IMG-20140406-WA0063

DONA IL TUO 5 x 1000 ALL’ACCADEMIA SANDONATESE!

(per info cliccla qui)

 

 

———————————————————————————————————-

26_27_Aprile