3 domande a.. Massimo Amenta, Dirigente Allievi Provinciali U15


1) Massimo, cosa ti ha portato a diventare Dirigente di una squadra di calcio?


La passione verso questo sport che ho praticato, ahimè, con poco successo fino alla maggiore età.



2) Secondo te quali sono le caratteristiche principali di un buon Dirigente?


Un buon Dirigente deve, anzitutto, avere abilità relazionali, deve essere colui che tiene i rapporti con tutte le componenti di una squadra di calcio giovanile: i ragazzi, gli allenatori, i genitori, la Dirigenza societaria. È l’anello di congiunzione tra la Società e lo staff della squadra, oltre che con l’arbitro e i dirigenti delle squadre avversarie durante le partite.


3) A tuo parere come cambierà il calcio giovanile e dilettantistico dopo il Covid-19


Il movimento del calcio giovanile verrà ridimensionato a causa del COVID-19. A mio parere, in futuro, le società sportive avranno più una funzione di coesione sociale. E l’ottenimento dei risultati sportivi avrà un’importanza relativa se paragonato con la funzione sociale dello sport giovanile.




ASD Accademia Sandonatese

Via Croce Rossa 2, 20097

San Donato Milanese (MI)

Telefono: 02 55601543

Fax:  02 5276251

Info: info@accademiasandonatese.it