U16 reg: Lo spirito giusto.

November 26, 2018

Lo spirito giusto…è la frase pronunciata più spesso nella tribuna dello stadio Squeri durante la partita dei nostri ragazzi, ed è quello che la società ha chiesto al nuovo mister Franco Gregoriadis di riportare nella squadra. Nonostante la sconfitta di misura sembra proprio che qualcosa sia cambiato.

Andiamo con ordine. Dopo neanche 120 secondi una combinazione del Villa al limite dell’area porta il centravanti a concludere: una rasoiata che Superiello può solo sfiorare…una mazzata che avrebbe potuto mettere KO un pugile esperto ma oggi è veramente un’altra storia: da qui in avanti è un monologo biancazzurro e il nostro portiere risulterà inoperoso per tutta la partita.

Partita vibrante, lottiamo su ogni pallone, marcature asfissianti e baricentro alto grazie anche al lavoro di Giuse Napoli(probabilmente la sua migliore partita )che gioca nella doppia veste di punta e trequartista, innescando costantemente le folate di Samu Lomazzo a destra e Tasca a sinistra. Dietro allineati e coperti, con Federico Cella davanti alla difesa coadiuvato da Redaelli, Baccan, Cavagna e Stilo che non concedono nulla, raddoppiando e non facendo giocare gli avversari. Al 22esimo primo squillo di tromba; Stilo scodella al centro una punizione, Napoli stacca di testa ed è la traversa a negare un meritato pareggio. Due minuti dopo: doppio”sombrero”di Tasca in area da applausi. Inizia ad aumentare la pressione: Chaibi estirpa un pallone a centrocampo, palla a Napoli fuori di poco. Alla mezz’ora il pari sembra cosa fatta: Napoli straripante serve l’accorrente Tasca che a tu per tu con il portiere calcia a lato. Un minuto dopo la più bella azione della partita; combinazione Redaelli-Chaibi-Redaelli, il terzino entra in area e calcia fuori di pochissimo tra la disperazione dei presenti(mamma compresa…).

Si va al riposo e riparte l’assedio. Al 51esimo la maledizione le gol inizia a prendere forma: solita punizione di Stilo che piomba in area del Villa come una coltellata, Napoli si avvita su se stesso e calcia, la palla non vuole entrare. Minuto 58; il capitano lotta come un leone, recupera palla e dialoga con Lomazzo che serve bomber Nello in area il portiere bianconero salva alla disperata. Ancora il capitano raccoglie una corta respinta della difesa ospite e calcia di prima; alto sopra la traversa. C’e gloria anche per “Gabbo” Baccan che su calcio d’angolo prova prima di testa poi di piede la difesa salva ancora. I minuti corrono e l’ansia sembra assalirci, le fa le spese Nello che solo davanti al portiere su servizio di Criva prima spara alto poi colpisce un palo clamoroso.

Mancano 2 minuti; Edo Caccavo calcio un siluro su punizione direttamente in porta, non è giornata…negli ultimi secondi Cavagna sale in cattedra e diventa attaccante aggiunto ma i tentativi rimangono vani. La partita finisce tra gli applausi dei presenti.

Mister Gregoriadis commenterà cosi:”..peccato,i ragzzi meritavano di più, dobbiamo avere fiducia e passione, arriverà anche il gioco e i punti…grazie a tutti per il sostegno.”

Lo spirito è quello giusto.

 

 

Nel video che segue; la cosa più bella della partita : giocatori e staff tecnico tutti abbracciati, segno di una ritrovata unità, per guardare al futuro con  serenità e fiducia.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Agonistica: le partite del fine settimana.

November 15, 2019

1/10
Please reload

Post recenti