U16 reg: Fino alla fine!

February 26, 2019

Allo scadere Cuzzola regala 3 punti meritati.

 

Bravi a crederci. Quando tutto sembrava avviarsi verso un pari che sarebbe stato stretto ai biancazzurri, l’assalto finale premia i nostri ragazzi che riscattano l’opaca prestazione di settimana scorsa. Ripartire dal secondo tempo di Segrate si era detto. E così è stato. Causa defezioni dovute ad infortuni e squalifiche, mister Gregoriadis ridisegna la squadra, con risultati evidenti. Difesa granitica, con Cella in cabina di regia che chiude ogni varco, Tasca e Redaelli che giganteggiano sulle corsie laterali, Baccan e Cattaneo in mezzo non concedono nulla, risultato zero occasioni da gol per gli ospiti nel primo tempo. Al 15esimo potremmo già essere avanti: calcio di punizione dalla sinistra, la palla spiove in area, ci provano nell’ordine bomber Nello di sinistro, Chaibi in rovesciata, Tasca in acrobazia, niente da fare. Due minuti dopo la replica; punizione al bacio di Stilo (schierato nel suo vecchio ruolo di mezz’ala) D’Auria stavolta di destro calcia debolmente ed il portiere mette in angolo. Sugli sviluppi, Karim intercetta una respinta avversaria e serve in area Cattaneo che calcia a colpo sicuro ma il difensore bianconero salva in scivolata. Scocca il minuto 22: Chaibi pennella al limite dell’area per Stilo il quale dribbla a rientrare il suo marcatore ma sfortunatamente si ritrova la palla sul destro, non il suo piede migliore, la conclusione viene neutralizzata dal portiere. Dieci minuti dopo il gol sembra cosa fatta: Meo batte di astuzia una punizione e serve D’Auria, palla in profondità per Tia Rosa il quale si ritrova a tu per tu col portiere ma incredibilmente mette a lato per la disperazione dei presenti.

La svolta all’inizio del secondo tempo: Catta batte una punizione da centrocampo, la palla si impenna e, complice il sole nostro alleato, la palla viene parata in qualche modo dal portiere pozzuolese ma all’interno della riga di porta, è il vantaggio. Gli ospiti hanno un sussulto e ci provano dalla distanza ma Belitrandi blocca in presa plastica. Guardo l’orologio, segna il sessantesimo; Stilo batte l’ennesimo spiovente e Cella stacca di testa in area mettendo di poco alto. Nonostante la pressione non so perché, non mi sento sicuro: Cattaneo estirpa un pallone dai piedi dell’attaccante avversario ma l’arbitro giudica l’intervento falloso; Nicoletti calcia una punizione magistrale che si insacca nel sette imparabilmente. Qualcuno di fianco a me bisbiglia che ci può stare, i nostri in campo non sono d’accordo e si gettano in avanti: combinazione Stilo-Tasca-D’Auria che si ritrova in area davanti al portiere che gli nega per l’ennesima volta la gioia del gol…arriva il 71esimo, Cella vuole segnare, Stilo “apparecchia” di sinistro ma il colpo di testa del nostro regista difensivo viene bloccato sotto la traversa e Fede si dispera. Appare evidente che il pareggio sarebbe una beffa, probabilmente gli dei del calcio se ne accorgono. Ultimo minuto; Cattaneo corona una prestazione gagliarda calciando una punizione da 40 metri, la palla rimbalza di area e sbatte contro la traversa, Cuzzola è più lesto di tutti e di testa insacca!! Neanche il tempo di esultare che l’arbitro fischia la fine, 3 punti meritati, una prestazione di carattere che ci fa ben sperare. Io ci avevo creduto, ho fatto bene?

 

Accademia Sandonatese

Belitrandi, Redaelli, Baccan, Cattaneo, Cella, Tasca, Chaibi (s.t. Becciu) Stilo, Rosa (s.t. Cuzzola) D’Auria, Meo (s.t. Lomazzo)

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Agonistica: le partite del fine settimana.

November 15, 2019

1/10
Please reload

Post recenti