U16 reg: Chi lotta vince sempre!

March 11, 2019

Non basta un super Belitrandi e una gara alla pari; biancazzurri beffati nel finale.

 

 

Accademia – Cimiano 0-1

Domenica 10 marzo 2019

 

Una gara difficile, quasi proibitiva negli sguardi dei presenti oggi allo Squeri.

Non per il nostro Presidente Zanotta, che si reca negli spogliatoi nel prepartita allo scopo di incitare i ragazzi, usando parole come “uomini veri” e complimentandosi con tutti per la dignità con la quale ogni partita viene affrontata. Sembra che la visita ottenga i frutti sperati. Cimiano affrontato a viso aperto, senza timore reverenziale. Non succede nulla per 12 minuti, fino a quando D’Auria viene servito sulla destra e crossa in area per Crivari che spara debolmente sul portiere. La reazione del Cimiano è impalpabile, ma la partita inizia ad innervosirsi quando 4 minuti dopo Chaibi subisce un fallaccio che lo costringerà successivamente ad uscire dal campo malconcio. Schema fotocopia dell’azione precedente al 22esimo, quando Nello mette al centro da destra per Criva che svetta e colpisce di testa, stavolta il portiere compie un prodigio e mette in angolo. Al 28esimo sembra fatta; il cobra napoletano viene servito da Tasca in proiezione offensiva ma, a tu per tu col portiere, serve una palla al centro dove non c’e nessuno e il vantaggio sfuma. Sul calcio d’angolo seguente Stilo serve un delizioso pallone in area ma Chaibi solo soletto calcia debolmente:  solo una squadra in campo. Due minuti dopo ci pensa Stilo a raccogliere una respinta e a concludere da fuori area ma senza successo. Tranquilli il Cimiano non è venuto in gita a San Donato; al 34esimo sugli sviluppi di un traversone da sinistra l’attaccante in maglia rossa calcia a colpo sicuro in porta ma Belitrandi compie il primo miracolo della giornata tuffandosi alla disperata e parando col la collaborazione fortunosa del palo. A fine primo tempo l’errore arbitrale che condizionerà la partita; D’Auria viene servito in profondità e si invola solo verso il portiere ma viene fermato da un fuorigioco inesistente. Il Cimiano tira un sospiro di sollievo e si va a prendere un thè caldo. La pausa fa male ai nostri che si fanno schiacciare dagli avversari; al 52esimo Seba si getta sui piedi dell’attaccante del Cimiano estirpandogli il pallone. Qualche folata dei velocisti Rosa-Tasca-cavagna ad allentare la pressione. Seba di nuovo sugli scudi al 66’ volando in presa plastica a neutralizzare una punizione dal limite. I riflessi si appannano e i biancazzurri iniziano a pagare gli sforzi del primo tempo e arretrano, il Cimiano prende campo. Al 69 la più bella parata di Belitrandi che corona cosi una giornata da incorniciare, volando alla propria sinistra a sventare in angolo un tiro velenoso dell’attaccante avversario che si era liberato in area seminando i nostri difensori. Ma quando la partita sembrava avviata al pari, una serpentina al limite dell’area porta il difensore del Cimiano a ritrovarsi a tu per tu con Seba e a segnare il gol della beffa. Non c’è più tempo per recuperare e i ragazzi si gettano per terra esausti e distrutti, consapevoli di aver perso l’ennesimo treno chiamato fortuna. Ci penseranno nel post partita i dirigenti, il mister Gregoriadis negli spogliatoi a consolarli. Chi lotta vince sempre; e noi, comunque siano andate le cose, abbiamo vinto.

 

Accademia Sandonatese

Belitrandi, Tasca, Baccan, Cattaneo, Cella, Chaibi (s.t. Lomazzo) Cavagna, Stilo, Crivari (s.t. Rosa) D’auria (s.t. Meo) Cuzzola (s.t. Laporta)

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Agonistica: le partite del fine settimana.

November 15, 2019

1/10
Please reload

Post recenti