U14 prov girone K: Il volo di Icaro.

October 7, 2019

Accademia - Città di Segrate 0 - 3

 

Icaro, il mitico figlio di Dedalo, cercò di fuggire volando con le ali che il padre aveva adattato con la cera al corpo del figlio, ma, avvicinatosi troppo al sole, la cera si sciolse e Icaro cadde nel mare.

 

La leggenda descrive perfettamente l’andamento della partita di sabato.

 

Questa settimana sono venuti a farci visita per la terza giornata di campionato (per noi la seconda) i ragazzi del Città di Segrate, capolista a punteggio pieno con all’attivo 18 reti segnate e una sola subita.

Un biglietto da visita di tutto rispetto per i nostri avversari, ma i nostri ragazzi non si danno per vinti. La partita parte bene per l’Accademia che si presenta con una modifica tattica molto interessante, l’inserimento di Fabian a centrocampo con lo spostamento del nostro metronomo Daniele sulla fascia destra, un idea azzeccata del mister che dà i suoi frutti sin dai primi minuti. I ragazzi giocano con una buona intensità e non corrono nessun pericolo contro la macchina da gol del Segrate, essendo anzi più volte pericolosi con il tandem d’attacco Pippo Christian.

L’occasione più ghiotta ci si presenta quando l’arbitro fischia a nostro favore un fallo a due in area, decisione non gradita dall’allenatore di Segrate che protesta superando il limite del confronto pacato e a quel punto all’arbitro non resta altro che invitarlo a riflettere negli spogliatoi sul fatto se sia il caso scaldarsi in quel modo per una partita di ragazzi.

Il calcio di punizione non porta gli effetti sperati e la dura legge del gol ci punisce sull’unico  un errore difensivo e andiamo al riposo in svantaggio di una rete.

Il secondo tempo ci vede ancora protagonisti, Fabian e Gabriele rubano un gran numero di palloni a centrocampo ma come Icaro ci siamo fatti prendere dall'ebbrezza e siamo stati puniti con un uno due che ha tagliato le gambe ai nostri ragazzi. Abbiamo anche avuto l’opportunità di accorciare le distanze con un calcio di rigore, ma la dea della fortuna Tiche non è stata dalla nostra parte e il tiro finisce sopra la traversa come quello di Roberto Baggio a Pasadena. Risultato che ci vede sconfitti ma con la consapevolezza di potercela giocare contro chiunque, i ragazzi sono coraggiosi e hanno un grande futuro davanti a loro.

 

Parere personale di chi vi scrive:

Sarebbe buona cosa ricordarsi che il calcio e un gioco e che una partita non è una guerra di 70 min. Oggi i ragazzi dell’Accademia e quelli di Segrate hanno dato uno spettacolo migliore di alcuni spettatori ospiti che, con i loro commenti simpatici come una vuvuzela e poco eleganti, non sono stati un buon esempio per i loro figli e nipoti.

 

#finoallafineforzaaccademia

 

Prossimo Incontro: Sabato 12 Ottobre  Corbetta Vs Accademia Sandonatese

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Agonistica le partite del fine settimana.

February 20, 2020

1/8
Please reload

Post recenti