U17 reg: Uniti si vince!

December 10, 2019

Grande prova di maturità della squadra.

Battuta Ausonia, trionfa il fair play.

 

Accademia – Ausonia 2-1 (Pace, Chaibi)

Domenica 8 dicembre 2019

 

 

 

L’Accademia si aggiudica il derby contro l’Ausonia, ma entrambe escono vittoriose dal campo.

Partita ricca di significati, grande rivalità sul terreno di gioco ma rispetto ed amicizia fuori.

I ragazzi si abbracciano primo dell’ingresso in campo, si preannuncia una bella giornata di sport e alla fine così sarà: divisi dai colori ma uniti da una grande passione, il gioco del calcio.

Non una scorrettezza né proteste plateali, sugli spalti gremiti per l’occasione non una parola fuori posto, ebbene si, allo Squeri è andato in onda uno spettacolo sportivo d’altri tempi.

Prima metà di gioco di puro studio, le squadre si temono e si equivalgono, poi al 27esimo la fiammata; Chaibi serve lo “Zio”che si invola, filtrante per il Cobra che viene letteralmente abbattuto al limite dell’area, l’azione prosegue e la palla arriva a Stilo, sciabolata a centro area verso Romano che viene travolto dal portiere avversario; rigore e giallo, il “professore” Pace trasforma freddo e porta in vantaggio i biancazzurri.

Gli ospiti alzano il baricentro nel tentativo di pareggiare i conti e allo scadere del primo tempo il direttore di gara dà loro una mano decretando un rigore che neanche i giocatori stessi reclamano, per un presunto tocco di mano in area apparso ai più inesistente: il bomber Bustamante ringrazia ed insacca.

La seconda frazione di gioco vede l’Ausonia premere sull’acceleratore con azioni tamburellanti, ma la nostra difesa diventa protagonista chiudendo tutti i varchi, con capitan Ceradini e Fede Acerbi meravigliosi centrali insuperabili e lo Zio e Stilo infaticabili stantuffi che bloccano le fasce laterali e ripartono senza sosta. Al 56esimo il vantaggio degli uomini del duo Albano-Spinelli sembra cosa fatta: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Amabomber si avvita in mezza rovesciata e calcia di sinistro, Donato con un miracolo respinge in corner che diventerà fatale, perché dopo lo spiovente dalla bandierina il difensore in maglia verde nel tentativo di liberare l’area tocca di mano e il direttore non può fare altro che assegnare il terzo rigore; Chaibi scaraventa di potenza ed è il vantaggio. L’ultima mezz’ora di gioco diventa un film dal titolo “sacrificio e sofferenza”, la pressione degli ospiti si fa asfissiante e nel giro di 5 minuti, dal 60esimo al 65esimo “Super-T”Rossetti effettua almeno 4 parate decisive, sventando altrettante conclusioni. Quando mancano pochi minuti alla fine Stilo lancia Raimondi che brucia il difensore e serve Ama che si libera e calcia a colpo sicuro, ma è Di Mango che si immola e respinge salvando la propria porta. Nonostante il forcing finale il risultato non cambierà e al fischio finale esplode la gioia dei nostri che sfatano un tabù che durava da troppo tempo: l’Ausonia si conferma squadra di altissimo livello, ciò accresce i meriti dell’Accademia che ora deve affrontare una trasferta difficile facendo visita al Club Milano, si sa mai che i ragazzi ci facciano un regalo di natale anticipato?

#finoallafineforzaaccademia

 

Accademia Sandonatese

Rossetti, Ziolini, Acerbi, Ceradini, Stilo, Caccavo, Crivari (s.t. Delli Bergoli) Chaibi (s.t. Cella) Lomazzo (p.t. Romano) Amabile, Pace (s.t. Douvalla)

 

Prossima partita

Club Milano – Accademia

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Agonistica le partite del fine settimana.

January 24, 2020

1/5
Please reload

Post recenti